Cassa Edile di Cremona

Home > Chi siamo

CHI SIAMO

Statuto e Regolamento    Organismi Statutari    Sistema Paritetico Settore Edile    Sicurezza sul Lavoro    Guida CCNL Edilizia   

Le Casse Edili sono Enti gestiti pariteticamente dalle organizzazioni locali dei datori di lavoro aderenti all’ Ance e dei lavoratori aderenti a Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil costituiti in ciascuna provincia (119 complessivamente sul territorio italiano) sulla base della previsione contenuta nel contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori dipendenti dalle imprese edili il cui controllo e coordinamento è demandato ad una Commissione nazionale paritetica per le Casse Edili (CNCE).

 
Le Casse Edili erogano ai lavoratori una parte importante del trattamento retributivo dovuto dalle imprese: si tratta in particolare del trattamento economico per ferie e gratifica natalizia che le imprese, in relazione alla mobilità dei lavoratori, accantonano presso la Cassa Edile la quale provvede al pagamento agli interessati alle scadenze previste.
 
Inoltre erogano altre significative prestazioni quali il premio annuo per l’anzianità professionale edile (APE); la previdenza complementare con un fondo nazionale di settore; l’integrazione al trattamento economico nei casi di malattia e infortunio (attraverso le imprese); prestazioni sanitarie integrative (rimborso spese dentarie, ricovero ospedaliero, protesi ortopediche, ecc.); gli assegni e le borse di studio; i soggiorni estivi ecc..
 
La trasparenza nella gestione amministrativa delle risorse viene garantita oltreché dal funzionamento degli organi interni (Presidenza, Comitato di Gestione, Consiglio Generale, Collegio dei Sindaci) anche dal fatto che le Casse Edili operano su uno schema unitario di bilancio e di piano dei conti.
 
Le Casse Edili svolgono un ruolo di rilievo per assicurare ai lavoratori una parte del trattamento economico derivante dal contratto di lavoro e prestazioni integrative sul piano previdenziale e assistenziale.
 
L’iscrizione alla Cassa Edile è condizione obbligatoria affinché sia realizzata da parte dell’impresa l’osservanza della legge e della contrattazione collettiva di settore.
 
Và aggiunto che l’iscrizione alla Cassa comporta automaticamente l’iscrizione anche agli Enti Scuola ed ai Comitati Paritetici Territoriali per la prevenzione, altri importanti organismi provinciali del settore a carattere bilaterale, i quali svolgono attività nel campo della formazione professionale e della sicurezza in edilizia.
 
Il ruolo di questi enti bilaterali, che attuano una esperienza avanzata ed appropriata di relazioni industriali in un settore, come quello delle costruzioni, che presenta caratteristiche specifiche, è stato anche considerato in sede legislativa.
Infatti la legge 9 marzo 1990 n.55 afferma che tutte le imprese che svolgono opere pubbliche debbono rispettare la normativa delle Casse Edili, delle quali peraltro è rimasta confermata la natura privatistica.
 
Pur conservando natura privatistica di associazione non riconosciuta di cui all’art. 36 del codice civile, dal 1° gennaio 2006 il legislatore ha affidato alle Casse Edili anche il compito di rilasciare il Durc (Documento unico di regolarità contributiva), conferendo una funzione pubblica di interesse generale, svolta con Inps e Inail, con i quali si stanno sviluppando anche altre forme di collaborazione informativa e di coordinamento.
 
Inoltre, indipendentemente dalla natura pubblica o privata del lavoro, riduzioni contributive verso l’Inps e l’Inail sono previste per tutte le imprese iscritte alle Casse Edili (art. 29 legge n. 341/95).